Storie in rete.org

Convegno “Libia: i migranti a un anno dalla crisi” (ISPI, Milano, 15 febbraio 2012)

Stampa questo articolo | feb 13th, 2012 | By maurizio | Category: Iniziative di altri soggetti, Media e storia

Convegno Libia: i migranti a un anno dalla crisi (ISPI, Palazzo Clerici, Milano, 15 febbraio 2012), promosso da CESVI (Cooperazione e Sviluppo Onlus) di Bergamo e ISPI (Istituto per gli Studi di Politica Internazionale) di Milano. Apertura dei lavori: Paolo Magri, José Angel Oropeza e Arturo Varvelli; interventi di Laura Boldrini, Fabrizio Curcio, Loris De Filippi, Natale Forlani, Oliviero Forti, Angela Pria e Sonia Viale; moderano Giangi Milesi e Luciano Scalettari; presentazione del reportage fotografico di Giovanni Diffidenti dalla Libia

Programma

(dal sito www.ispionline.it)

Share

Articoli correlati:

  1. Serata “Da una sponda all’altra: vite che contano. Dalla rivoluzione tunisina alla fortezza Europa: storie di migranti e di gendarmi”: proiezione del documentario di Matteo Calore e Stefano Collizzolli, “I nostri anni migliori” (2011) e presentazione dell’”Appello per i migranti tunisini dispersi” (Milano, 26 gennaio 2012)
  2. “(H)ombre(s) migranti alle frontiere / e le frontiere del mondo…”: presentazione del libro di Andrea Cantaluppi, “(H)ombre(s) migranti. Compagni di speranza”, Ediesse, Roma, 2010 (CSER, Roma, 18 dicembre 2012), in occasione della Giornata Mondiale del Migrante
  3. Inaugurazione (25 gennaio 2012) della Mostra foto-documentaria “1911-1943 L’occupazione italiana della Libia”, a cura di Costantino Di Sante (Alessandria, 25 gennaio – 3 febbraio 2012)
  4. Inaugurazione della mostra “Lampedusa fra inferno e paradiso” di Sergio Orfeo, con musica del cantautore Giacomo Sferlazzo, e Convegno “Lampedusa – Cinisello Balsamo. Migranti e nuova Europa” (Cinisello Balsamo/MI, 10 maggio 2011)
  5. Convegno internazionale di studio “La NATO e il ‘Mediterraneo allargato’: primavera araba, intervento in Libia, Partnerships” (Milano, 3 maggio 2012)
Tags: , , , , , , , , , , , ,

Commenti non consentiti.