Storie in rete.org

Presentazione della Rete lombarda ELLIS

Stampa questo articolo | mag 17th, 2010 | By Silvana Citterio | Category: Rete ELLIS
La Rete lombarda ELLIS (Educazioni, letterature e musiche, lingue, scienze storiche e geografiche) opera nell’ambito della formazione degli studenti e del personale delle scuole di ogni ordine e grado (educazione degli adulti inclusa) e si basa su una stretta integrazione fra discipline o aree disciplinari e ‘nuove educazioni’ (interculturale, allo sviluppo, alla pace, alla cittadinanza democratica, alle pari opportunità, al patrimonio, ai media ecc.).

Il punto di partenza concreto e contingente è quello delle discipline linguistiche, letterarie, musicali, storiche e geografiche, sia perché esistono consolidate pratiche didattiche interdisciplinari, sia perché le associazioni disciplinari specifiche hanno già promosso, con varie organizzazioni non governative (ONG), l’Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell’Autonomia Scolastica – Nucleo Territoriale Lombardia (ANSAS-NTL, ex IRRE Lombardia), l’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia (USRL), vari Uffici Scolastici Provinciali lombardi (USP) e l’Assessorato all’Istruzione della Provincia di Milano, le due Giornate di formazione Lingue, letterature, storie, educazioni. Laboratori didattici interdisciplinari (Milano, 28 ottobre 2004) e Curricoli e laboratori. Educazioni, lingue, letterature, storie, multimedialità (Milano, 9 marzo 2006) e il Progetto Intercultura (2006-2008), seguito dal Progetto Educazione alla cittadinanza interculturale (iniziato nel 2008 e tuttora in corso).
Tuttavia, il carattere ‘trasversale’ delle ‘educazioni’, le valenze interdisciplinari più ampie delle discipline linguistiche, letterarie e storiche, la necessità di un approccio multimediale e arricchito dalle nuove tecnologie, il bisogno di un radicamento nel territorio implicano e favoriscono un allargamento graduale della Rete ELLIS e dei Progetti successivi ad altre discipline e materie d’insegnamento e ad altri soggetti.

La Rete ELLIS, istituita nel 2006, è attualmente (ottobre 2011) formata da
a) sette associazioni disciplinari riconosciute come agenzie formative dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) e aderenti al Forum delle Associazioni disciplinari della scuola:
- ADI – SD (Associazione degli Italianisti italiani – Sezione didattica);
- AIIG (Associazione Italiana Insegnanti Geografia);

- Clio ’92 (Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia);
- GISCEL (Gruppo di intervento e studio nel campo dell’educazione linguistica, costituitosi nell’ambito della Società di Linguistica Italiana);
- IRIS (Insegnamento e ricerca interdisciplinare di storia), in rappresentanza anche del LANDIS (Laboratorio nazionale per la didattica della storia) e in collaborazione con la Commissione Formazione dell’INSMLI (Istituto nazionale per la storia del movimento di liberazione in Italia “Ferruccio Parri”);
- LEND (Lingua e Nuova Didattica);

- SIEM (Società Italiana per l’Educazione Musicale);
b) sei ONG (per lo più riconosciute come agenzie formative dal MIUR), che si occupano di educazione interculturale e allo sviluppo:
- ASPEm (Associazione Solidarietà Paesi Emergenti);

- CeLIM (Centro Laici Italiani per le Missioni);
- Fratelli dell’Uomo;
- ICEI (Istituto Cooperazione Economica Internazionale);
- Mani Tese, con la consulenza scientifica del CRES (Centro Ricerca Educazione allo Sviluppo);
- Save the Children Italia;

c) dal 2011, Melisandra Associazione di promozione sociale e  Paideia Cooperativa Sociale per l’Educazione.

La Rete è sostenuta da:
- ANSAS-NTL;
- USRL;
- USP di Como, Cremona, Lecco, Milano e Sondrio;
- reti di scuole e di insegnanti;
- ONG locali;
- associazioni locali;
- docenti e ricercatori delle università locali.
Della Rete ELLIS sono invitati a far parte i seguenti soggetti, attivi nel territorio lombardo e interessati all’ambito delle ‘educazioni trasversali’ e/o della didattica delle lingue/letterature e della storia:
- reti di scuole e insegnanti facenti capo agli USP;
- istituzioni scolastiche, reti di scuole e gruppi di insegnanti;
- altre ONG, associazioni disciplinari della scuola, associazioni culturali e agenzie formative;
- università (docenti, professori a contratto e supervisori di tirocinio delle didattiche disciplinari specifiche dei corsi di laurea disciplinari, delle SSIS e dei Corsi di laurea in Scienze della formazione primaria ecc.) e altri Istituti di ricerca;
- enti preposti alla salvaguardia e valorizzazione dei Beni Culturali (Archivi, Biblioteche, Musei ecc.);
enti locali;
- case editrici scolastiche e universitarie (per esempio, le Edizioni Unicopli di Milano hanno contribuito a promuovere le prime due Giornate di formazione citate).
La prospettiva è quella di creare gradualmente una rete aperta a tutte le associazioni di didattica disciplinari riconosciute dal MIUR, a partire dai soggetti che hanno promosso insieme le due Giornate di formazione precedenti e il Progetto Intercultura.

Ambiti prioritari di intervento
- Formazione del personale delle scuole di ogni ordine e grado, attraverso metodologie condivise di ricerca e laboratoriali, nel contesto dell’autonomia e delle innovazioni normative e nel quadro delle trasformazioni culturali europee e mondiali;
- diffusione di una logica di rete per integrare risorse e competenze;
- contributo alla individuazione, modellizzazione e diffusione delle pratiche didattiche più efficaci, nell’ottica  di una scuola interculturale e dell’educazione alla cittadinanza.

Finalità
- Creare gradualmente una rete aperta a tutte le associazioni disciplinari riconosciute dal Ministero della Pubblica Istruzione, alle ONG e agli altri soggetti, presenti nel territorio lombardo, che si riconoscano nel suo progetto;
- valorizzare gli apporti di reti di scuole, università, istituti di ricerca, associazioni culturali, enti locali e preposti alla salvaguardia e valorizzazione dei Beni culturali, case editrici;
- far emergere bisogni  e domande di formazione e armonizzarli con le risorse e le offerte;
- promuovere formazione, riflessione e ricerca didattica disciplinare e interdisciplinare;
- sostenere i processi innovativi e riformatori della scuola;
- supportare le sperimentazioni in atto;
- sviluppare occasioni pubbliche di approfondimento e confronto.

Il valore aggiunto della Rete ELLIS rispetto alle reti preesistenti
La Rete garantisce come valore aggiunto questi elementi:
- un coordinamento regionale fra équipe territoriali/provinciali;
- la valorizzazione, da parte dell’USRL e degli USP aderenti, dei progetti di reti di scuole e altri soggetti promotori, convalidati dalle équipe provinciali;
- un equilibrio peculiare fra

  • specificità disciplinari,
  • trasversalità delle educazioni,
  • forme di interdisciplinarità fine tra discipline linguistiche, letterarie e storiche,
  • apertura graduale verso altre discipline, a partire da quelle artistiche, musicali e geografico-sociali,
  • una distinzione e un intreccio fra le varie ‘educazioni trasversali’,
  • una cooperazione fra associazioni di didattica disciplinari, ONG, istituzioni scolastiche, reti di scuole ecc., caratterizzata dall’armonizzazione fra la domanda e l’offerta di formazione e dalla costruzione di reti permanenti, aperte alla collaborazione con sempre nuovi soggetti operanti nel territorio, e dalla possibilità di utilizzare anche esperti formatori di altre province e/o regioni.

Il Comitato Scientifico e l’équipe regionale di coordinamento della Rete
Il Comitato Scientifico (CS) della Rete ELLIS è attualmente formato da Clara Alemani (LEND), Daniela Bertocchi (GISCEL Lombardia), Ines Biemmi (Save the Children Italia), Alessandra Botta (ASPEm), Paolo Bove (SIEM), Silvana Citterio (IRIS), coordinatrice della Rete, Cristina Cocilovo (Clio ’92), Emanuela Dagradi (Paideia), Loredana D’Apote (Paideia), Dino Gavinelli (AIIG), Donatella Gregori (ASPEm), Maurizio Gusso (IRIS), Piera Herrmann (Mani Tese – CRES), Chiara Lugarini (Melisandra), Ornella Mandelli (Clio ’92), Marina Medi (Mani Tese – CRES), Paolo Molinari (AIIG), Rosa Ottaviano (ICEI), Barbara Peroni (ADI – SD), Mariangela Querin (CeLIM), Gabriella Ravizza (GISCEL Lombardia), Marilena Salvarezza (Fratelli dell’Uomo), Pina Sardella (ICEI), Maurizio Sciuto (SIEM), Francesca Senesi (Fratelli dell’Uomo) e Paola Tomai (LEND).
L’équipe regionale allargata della Rete ELLIS è formata dai membri del CS, da Mauro Riboni (USRL) e dai coordinatori delle équipe territoriali delle Province di Como (Marina Caretto e Nadia Mortoni), Cremona (Lorenza Scarinzi), Lecco (Fernanda Accili e Paola Fierli), Milano (Elisabetta Visintainer, oltre a Daniela Bertocchi e Barbara Peroni) e Sondrio (Lori Fabbri e Emidia Proh Rota).
Ogni équipe territoriale è formata da un coordinatore, da un referente del CS (Silvana Citterio per Como e Lecco;  Marilena Salvarezza per Cremona; Francesca Senesi per Sondrio) e da altri membri, fra cui un rappresentante e/o un referente dell’USP corrispondente.

Dal 2010 alle riunioni partecipano anche esponenti di altri cinque soggetti aderenti (come le sei ONG citate) a Portare il mondo a scuola: ACRA (Associazione di Cooperazione Rurale in Africa e America Latina), CESPI (Centro Studi Problemi Internazionali), COE (Centro Orientamento Educativo), Cooperativa Chico Mendes e Intervita.

Sede presso Fratelli dell’Uomo, viale Restelli 9, 20124 Milano; tel.: 02-69660052; fax: 02-69900203; e-mail: marilena.salvarezza@fratellidelluomo.org

Per saperne di più

Informazioni più approfondite sul Progetto Intercultura e sulla Rete stessa si trovano nel sito www.reteellis.it

Coordinatrice della Rete ELLIS è la Prof.ssa Silvana Citterio: tel. 02-6686500; e-mail: scitteri@tin.it; scitteri@gmail.com

Per la documentazione sulle iniziative degli anni precedenti consultare la rubrica Archivio di IRIS, sotto la voce Progetti dei singoli anni

Share

Nessun articolo correlato.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Inserisci un commento